La guerra tra Russia ed Ucraina

2 ottobre

Forte appello del Papa ai due contentendi, preoccupato dalla forte escaltion e dalla minaccia sempre più concreta del ricorso alle armi nucleari

 

29 settembre

A riguardo del sabotaggio del gasdotto che fornisce l’EU di gas Russo, cominciano ad emergere alcuni retroscena, il Sussidiario ne mette in risalto uno piuttosto inquietante

leggi l’articolo

17 settembre

Il Laboratorio pubblica sul numero di settembre un interessante articolo, che propone una visione “contrarian”, della crisi ucraina, che non sarebbe stata gestita bensì subita dall’Europa

Non è ancora tempo per l’Europa

28 agosto

Sentire dedica un editoriale alle preoccupazioni del Papa sul rischio di escalation e la foto dopo lo scoppio delle bombe atomiche che lo ha molto colpito

leggi l’editoriale di Sentire

25 agosto

L’epoca dell’abbondanza è finita. Questo il succo del discorso di Emanuel Macron alla ripresa dell’attività politica

leggi il post de Il Giornale

23 agosto

Variante Z. Questo il titolo dell’editoriale di Avvenire con cui si richiama l’attenzione sul rischio nucleare alla Centrale di Zaporizhzhia.

Editoriale_Avvenire_20220823

30 luglio

Pare che finalmente USA ed Inghilterra stiano scoprendo l’importanza del dialogo

Avvenire_20220730

20 luglio

L’UE si prepara al peggio, predisponendo un piano di emergenza che consenta di far fronte ad un’eventuale completa interruzione del gas dalla Russia

leggi l’articolo de Il Sussidiario

18 luglio

Dov’è l’ONU ?

Questo il titolo di un articolo de Il Laboratorio, che mette in luce dapprima l’assenza dell’ONU nella crisi Ucraina per segnalare poi le nuove forme di gestione delle crisi che stanno emergendo

leggi l’articolo

16 luglio

L’editoriale di Avvenire fa oggi una chiara proposta, decisamente interessante, per uscire dalla situazione di stallo e giungere ad una pace duratura.

leggi l’editoriale di Avvenire

25 giugno

Un articolo di Avvenire chiarisce il contesto militare e la strategia perseguita dalla Russia, diversi da quelli che si penserebbero, ma molto efficaci, pur in spregio al sacrificio di vittime.

Pagina 3 Avvenire_20220625

20 giugno

Il Laboratorio pubblica un interessante analisi del contesto geopolitico venutosi a creare dopo il conflitto Russo – Ucraino.

Partendo dall’esito di questa contesa prova a prefigurare qualche scenario futuro, stenti i rapporti e le tensioni in essere.

leggi l’articolo

9 giugno

Venceslai fornisce oggi su Il Popolo una chiara, completa ed originale analisi della posizione dei vari attori in campo e della situazione venutasi a creare

leggi l’articolo

1 giugno

Venceslai fornisce oggi un quadro aggiornato degli equilibri in Ucraina e nel resto del mondo

leggi l’articolo su Il Popolo

31 maggio

Carlo Petrini precisa i termini dei rischi alimentari per non poche persone del mondo e le scelte sbagliate nel passato, che hanno portato a questa situazione.

leggi l’articolo della newsletter

27 maggio

E’ in programma domani mattina, sabato 28 maggio, un interessante evento dal titolo “Il ruolo del Cristiano davanti alle sfide della guerra moderna”, che è possibile seguire in diretta.

locandina 28.05.2022

Tra i vari interventi di particolare rilievo quello dell’avv. Rapisarda ha per titolo “L’impegno per la pace dei Cristiani nella politica”

leggi il contributo di Rapisarda

25 maggio

Il conflitto tra Russia ed Ucraina sta facendo emergere un rischio di carestia globale, con conseguenze anche sui flussi migratori

l’Adige-25.05.2022-02

17 maggio

Stelio W. Venceslai esamina il ruolo della Cina, nei suoi vari aspetti, da quelli economici con la Russia a quelli commerciali con l’occidente, ai rischi di crisi alimentare mondiale, senza escludere i rapporti con l’India e le (dubbie) pretese su Taiwan.

leggi l’articolo de Il Popolo

12 maggio

Interessante ed articolata intervista Rai a mons. Richard Gallagher, Segretario di Stato Vaticano per i rapporti con gli Stati, nella puntata dal titolo “Il Vaticano e la guerra”

vedi la puntata di TG2 Post

10 maggio

Vencesclai fa un’analisi della posizione russa, dopo l’atteso discorso di Putin

leggi l’articolo de Il Popolo

26 aprile

Il Popolo pubblica oggi un articolo di Luigi Rapisarda, che fornisce un quadro articolato ed autorevole della situazione, la necessità di arrivare ad un accordo, i rischi per l’Europa ed in particolare ai territori di confine

leggi l’articolo

11 aprile

Domenica 10 aprile alle 11.35 Radio radicale ha trasmesso la registrazione di una conferenza organizzata in precedenza da un’associazione culturale, conferenza dal titolo “La divergenza ucraina e russa dopo il 1991”.

Relatore il prof. Andrea Graziosi, ordinario di storia e profondo conoscitore della storia e delle società orientali.

Viene proposta un’interessante ed originale analisi delle posizioni e del punto di vista dei vari soggetti coinvolti nel conflitto, che merita senz’altro di essere ascoltata

riascolta la puntata

9 aprile

L’interessante editoriale di oggi chiarisce bene i termini della posizione cristiana, evidenziando nel contempo posizioni censurabili e rischi sottostanti

Avvenire_20220409

7 aprile

Il Popolo pubblica un interessante analisi critica delle proposte fatte all’Assemblea dell’ONU dal Presidente dell’Ucraina Zelenski.

leggi l’articolo de Il Popolo

2 aprile

L’Adige ha pubblicato oggi, con richiamo in prima pagina, la lettera al Direttore del nostro Coordinatore, intitolandola “Sulle spese militari Posizioni inedite”

leggi la lettera al direttore

Il Popolo propone una lettura originale della situazione venutasi a creare, che non sarebbe un conflitto di interesse solo locale ma globale.

leggi l’articolo

26 marzo

Mentre la situazione sul campo è chiara dal punto di vista militare, è la soluzione politica che manca, che consenta di chiudere definitivamente il conflitto.

leggi l’articolo de Il Popolo

25 marzo

Il Popolo pubblica un articolato servizio sulla posizione della Democrazia Cristiana, dal titolo : “La DC in difesa dei valori della pace, della solidarietà e della democrazia, per un Italia costruttrice di pace tra i popoli

leggi l’articolo

23 marzo

la Democrazia Cristiana, nel condividere pienamente la scelta già adottata e messa in atto dalla DC, sezione di Roma, con la partecipazione, l’11 febbraio scorso, all’apposito Seminario tenutosi nella sede romana della Commissione Europea e la sottoscrizione del correlativo Appello alle Istituzioni dell’Ue, e con le successive iniziative, scaturite nel Manifesto congiunto dei Cristiani in politica, che ha portato alla presentazione di apposita “Mozione” al Senato da parte di nove senatori, prima firmataria la senatrice Paola Binetti, ritiene quanto mai urgente la messa in atto di queste proposte, volte al Dialogo tra le grandi potenze per “una Pace Nucleare” e uno sviluppo sinergico dei Popoli, a qualunque livello, necessarie a superare l’attuale situazione di gravissima crisi non solo militare ed economica, ma di sopravvivenze dei nostri popoli.

mozione al senato per la pace

manifesto per il disarmo e mozione al senato

12 marzo 2022

Il nostro coordinatore Renzo Gubert ha inviato una lettera ai giornali sul ruolo dell’Alleanza Atlantica ed al suo interno degli USA, dopo il dissolvimento dell’URSS, avendo avuto rapporti diretti sia con la NATO che con gli USA.

Pubblicata da L’Adige il 12 marzo, con richiamo in prima pagina.

NATO – lettera ai giornali di Renzo Gubert

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi